Era meglio se stavo a casa

0

Era meglio se stavo a casaUna divertente antologia che raccoglie le esperienze più disastrose in giro per il mondo di cinquantuno famosi romanzieri, giornalisti e scrittori di viaggio.

Isabelle Allende a Parigi che congela in un camper sfasciato.

Eirc Hansen che passa la notte all’addiaccio nella stazione centrale di New York senza soldi e con scarpe di cartone.

Michael Dorris spedito come un pacco postale da un aeroporto all’altro in europa, mentre cerca di andare da New York all’Alaska.

Era meglio se stavo a casa di Roger Rapoport (pagg. 245 La bicicletta Editore).

Share.

Comments are closed.