Diverse le bombole: un solo regolatore

0

Regolatori x Gas TrumaE se finisce il gas? Diverse le
bombole: un solo regolatore. Tre
raccordi per soddisfare ogni esigenza.

di Franco Liboa

L’Europa Unita presenta ancora sostanziali differenze in vari settori industriali, tra singoli prodotti nazionali. Anche nei veicoli ricreazionali ci sono componenti con particolari eterogenei, realizzati per i paesi ai quali sono destinati.
Ad esempio per l’impianto del gas le bombole oggi hanno ancora bocchettoni di uscita con sagome, filettature e misure diverse, in base alla nazionalità di produzione e di utilizzo (anche se è già prevista la standardizzazione in tempi brevi).
Di conseguenza pure i regolatori di pressione, che devono sposarsi perfettamente con le stesse, sono differenti. Perciò un regolatore per bombola italiana può non essere collegabile direttamente ad un serbatoio tedesco, o di altra origine. è un problema conosciuto da chi va all’estero, e che è bene sia sottoposto all’attenzione del neofita.

Quindi o si parte con provviste eccedenti il fabbisogno presunto, o si rischia di restare a secco, o si deve cambiare bombola e regolatore in loco; salvo non disporre di adeguati raccordi di accoppiamento, reperibili in commercio presso rivenditori di accessori del settore. Ecco una saggia precauzione da adottare prima della partenza. Un regolatore per bombola italiana può sposare i vari contenitori di gas liquido del mercato europeo ( fino a kg 14 di capacità) avvalendosi di un kit composto da tre diversi pezzi, denominato appunto “Euro set I”, prodotto dalla GOK e distribuito dalla Truma.
Questi bocchettoni di prelevamento, diversi tra loro per forme, dimensioni e filettature, sono contraddistinti dai numeri: 11, per bombole con filettatura interna M10 x 1 (valido per Italia e Svizzera); 13 per bombole con filettatura interna M 14 x 1,5 (Austria, Italia, Norvegia, Portogallo, Scozia, Svezia, Svizzera). Infine il raccordo n° 14, per serbatoi con filettatura esterna W21,8 x 1/14” LH (sinistra) ed altri, presenti in: Austria, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Olanda, Spagna, Svizzera.
In definitiva si tratta di munirsi di tre piccoli raccordi. è possibile che questi adattatori siano venduti anche singolarmente, ma acquistando il set completo siamo coperti per le varie esigenze europee e completamente autosufficienti. L’importante è averli sempre a bordo, senza correre il rischio di dimenticarli a casa. Uomo avvisato…

Share.

Comments are closed.